Orari segreteria: LUN e VEN 8,30-10,30 | MER 14,30-16,30
A- A A+

Eventi

In 4°E con la docente sono state organizzate delle sfide a tema tra i ragazzi con una parte di loro coinvolta nella preparazione dei giochi. Esperienza molto coinvolgente.

Sensibilizzazione degli studenti circa una settimana prima, attraverso RE e pubblicizzazione con  locandine e immagini ai rappresentanti.

Gli studenti hanno lavorato interagendo tra di loro e il docente preparando il docente stesso un intervento che non fosse solo meramente didattico, ma proponesse una lettura dantesca, motivandola.

Il senso era : la Commedia è un libro mondo, dove nulla che ci riguarda come persone e cittadini è escluso. Gli studenti hanno ricevuto delle immagini pittoriche, visionate precedentemente in classe.

 

Gli alunni più grandi, es. la 5K,  ogni studente ha scelto un breve passo da tutta l’opera dantesca oppure, trattandosi di una quinta,  di proporre una rivisitazione novecentesca del testo di Dante. Ognuno, nella videoconferenza del 25 Marzo 2020, ha letto o recitato (alcuni studenti studiano drammaturgia) un proprio passo e ne ha motivato la scelta con bravura e sensibilità. La docente ha letto E. Montale “La primavera hitleriana” un testo ricco di riferimenti alla Commedia di Dante; un testo civile, che voleva anche legarsi al momento attuale. Lo scambio è stato meraviglioso. Hanno anche capito cos’è la poesia di un premio Nobel come Montale e come Dante riviva in altro modo ancora nei poeti contemporanei.

 La 4° D ha partecipato con intensità, su richiesta della docente, ha scelto un passo dalla Commedia motivandone la scelta. La classe, ha avvertito, in particolar modo il contatto tra le parole di Dante e la realtà che stiamo vivendo.

 La 2K ha scritto un componimento sulle proprie aspettative rispetto alla Commedia, anche se non ancora ben conosciuta e oggetto di studio il prossimo anno. Una studentessa ha letto il suo lavoro ricco e ampio. La docente ha letto loro il canto XXXIII dell’Inferno, con qualche spiegazione preliminare. Tutta la classe è intervenuta e l’attività è stata particolarmente positiva. Con Dante non si sbaglia mai, è come raccontare una storia straordinaria eppure realistica, quindi rimangono tutti colpiti (da 30 anni a questa parte!).

Video conferenza pomeridiana "Tra Santi e peccatori”: identità, caratteristiche e curiosità su alcuni dei principali personaggi incontrati da Dante nel suo viaggio nei regni ultraterreni".  La partecipazione era libera, gli studenti connessi per 2 ore sono stati 48 (tra 3°A , 4°B e 5°B); ciascuno ha esposto la presentazione del personaggio che aveva scelto raccordandosi con gli altri.

Gli studenti hanno parlato in maniera ordinata, dai dannati sono passati ai penitenti e poi ai beati, in una carrellata di uomini, donne, situazioni, vicende, fatti storici!
Tutti hanno ascoltato con interesse e, al termine, hanno detto che è stata un'esperienza molto bella.

Piccola iniziativa, nata di getto per dare in qualche modo rilievo al Dantedì, malgrado la chiusura delle scuole; un piccolo segnale insomma...e c’è da constatare, ancora una volta, che se i docenti ci sono, anche i ragazzi ci sono; se i docenti non si lasciamo scoraggiare neanche loro si scoraggiano e, infine, se i docenti amano ciò che fanno, anche loro lo apprezzano.

  • Sito Accademia della Crusca  19 gennaio 2020 

Il 17 gennaio 2020 è stata istituita la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri: il Dantedì. La proposta, avanzata dal Ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini, ha finalmente ricevuto l'approvazione del Consiglio dei Ministri.

Il giorno scelto per le celebrazioni è il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell'aldilà della Commedia. Come spiega il Ministro Franceschini, la giornata servirà a ricordare in tutta Italia e nel mondo il genio di Dante. Molte saranno le iniziative organizzate e mireranno a coinvolgere le scuole, gli studenti e le istituzioni culturali nazionali in Italia e all'estero.

L'Accademia della Crusca, insieme ad altre istituzioni come la Società Dante Alighieri, la Società Dantesca, l'Associazione degli Italianisti e la Società italiana per lo studio del pensiero medievale, aveva già sostenuto la proposta in occasione della giornata organizzata dal "Corriere della Sera" Dante è la nostra identità (Milano, 4 luglio 2019), alla quale avevano partecipato il presidente Claudio Marazzini e l'accademico Luca Serianni. L'iniziativa è stata di recente presentata e commentata su Radio 1 anche dall'accademica Giovanna Frosini.

Segnaliamo, per approfondire, l'articolo del "Corriere della Sera" in cui si spiega l'iniziativa, e gli interventi sul tema degli accademici della Crusca:

Orientamento
Amministrazione Trasparente
Borse di studio